01/112017
News MPN Maria Vittoria Marocco

Lettera del neo-segretario Maria Vittoria Marocco

A settembre ho accettato l’incarico di Segretario Generale  di MPN; questa scelta del Consiglio Direttivo è per me motivo di orgoglio e di grande soddisfazione, segno che il lavoro e la dedizione premiano sempre.

Abbiamo aperto la stagione con l’evento “G7 oltre” dello scorso 26 settembre che ha visto la partecipazione di oltre 400 studenti e 30 relatori, tra istituzioni, innovatori, ricercatori e startupper. Abbiamo voluto iniziare lanciando un messaggio forte e chiaro, rinnovando il format del classico convegno e dando spazio ai giovani quali protagonisti dell’innovazione che sta caratterizzando il nostro tempo.

Raccolgo il testimone da Defne Rosso che in questi ultimi tre anni ha lavorato in maniera eccellente. Si tratta di un incarico non semplice e di grande responsabilità, ma non mi spaventa, sarà anzi ulteriore motivo di stimolo, sono consapevole che l’impegno dovrà essere tale da non deludere le aspettative. Conosco MPN sin dalla sua nascita.
Ho iniziato  ad essere di supporto fin dai primi grandi convegni per poi entrare ufficialmente nella  Commissione nell’autunno del 2013. Grazie all’impegno dei primi due anni sono stata inserita nel Consiglio Direttivo nel 2015.

La mia ambizione è quella di rinnovare MPN rendendola sempre più operativa e presente sul territorio, partendo dalla squadra per poi arrivare ai progetti e agli eventi in programma, cercando di dare nuovo impulso alle attività con idee nuove e obiettivi mirati.

Vorrei che MPN diventasse un punto di riferimento per le iniziative culturali della nostra città, un think-tank trasversale, dinamico e produttivo, un laboratorio di idee concrete e un luogo di aggregazione per giovani che non si arrendono al divagante annichilimento della nostra generazione.

Mi piacerebbe che MPN fosse un biglietto da visita, una finestra sul mondo relazionale e lavorativo. Uno dei propositi è quello di individuare struttura e risorse stabili per garantire una pianificazione ottimale delle attività nel breve e nel lungo periodo. Il team può cambiare e rinnovarsi continuamente ma deve rimanere vivo il fermento culturale e l’entusiasmo che caratterizza le giovani generazioni, la voglia di fare e la determinazione di voler provare a cambiare davvero le cose. E con la squadra che abbiamo formato quest’anno queste aspettative non potranno che essere confermate.

Vorrei che passasse il messaggio che chiunque creda nel nostro progetto e abbia voglia di lavorare e mettersi in gioco è il benvenuto.

Keep going!

Maria Vittoria Marocco