07/12
Esteri

GLOBAL COMPACT FOR MIGRATION: FACCIAMO CHIAREZZA!

Il nostro Stefano Lioy si è occupato di approfondire il tema "Global Compact", diventato un forte elemento di dibattito in Italia e non nelle ultime settimane.    Il governo italiano non sarà a Marrakech per la firma del Global Compact for Migration proposto dalle Nazioni Unite. È stato lo stesso Ministro dell’Interno, Matteo Salvini, ad escludere la possibilità di vedere il nostro paese tra i…

05/11
Esteri

L'Italia garante di pace e stabilità

Lunedì 22 ottobre un militare dell'Arma dei Carabinieri, impegnato nella missione TIPH( Temporary International Presence in Hebron) è stato vittima di un'aggressione mentre era impegnato in un servizio di pattuglia, nell'area di responsabilità, con altri due appartenenti alle forze israeliane di difesa( IDF).      Un palestinese armato di coltello ha aggredito uno dei due soldati israeliani, ferendolo al petto. Nelle fasi concitate dell'aggressione, il carabiniere è…

10/09
Esteri

Mogadiscio, 25 anni dopo

Sono passati esattamente 25 anni da quel 2 luglio del 1993 quando tre militari italiani(Pasquale Baccaro, Andrea Millevoi e Steafano Paolicchi) ,inquadrati nell'operazione internazionale a guida ONU IBIS in Somalia, persero la vita. Altri ventitré loro commilitoni rimasero gravemente feriti.      Mogadiscio, ore 6.00. Ha inizio l'operazione "CANGURO 11". I nostri si preparano all'ennesimo rastrellamento in zona abitata alla ricerca di armi e di elementi ostili intenti ad impedire l…

07/05
Esteri

Il Picasso dello scaricabarile

Ognuno di noi ha degli eroi, dei modelli. Uno dei miei, da sempre, è il secondo Segretario Generale delle Nazioni Unite, lo svedese Dag Hammarskjöld.      Sono sicuro, ma sono di parte, che sarebbe d'ispirazione per chiunque dedicasse del tempo a leggere su di lui e, soprattutto, i suoi scritti. Uno dei motivi per cui sono rimasto affascinato da lui è stata la sua cristallina capacità di trasporre alcuni dei problemi generali della società in modo molto specifico nel suo la…

03/04
Esteri

Ancora Daesh, Ancora la Francia

Venerdì 23 marzo 2018, in Francia è ritornato l'incubo terrorismo: a colpire, questa volta, un venticinquenne marocchino, Redouane Lakdim, noto agli 007 che lo avevano identificato e schedato con la fiche S( in Francia abbreviazione di " sûreté de l'État") che sta ad indicare elementi pericolosi per la sicurezza nazionale. Dopo aver fermato un'auto a Carcassonne (Francia meridionale), il terrorista ha fatto fuoco contro gli occupanti del veicolo, uccidendo il passeggero…

1/1