L'Energia Nucleare

"L'ENERGIA NUCLEARE – Inevitabile futuro, inutile prospettiva o costosa scappatoia?"

Muoviti Per la Novità ha voluto organizzare, in vista del referendum dell'11-12 giugno, un dibattito sull'energia nucleare e sulle fonti rinnovabili. Un argomento molto sentito anche dalla fascia più giovane di popolazione, che risulta sempre più consapevole dell'importanza di scelte ponderate in ambito di energia e rinnovabili.
Coma da sua tradizione, Mpn ha voluto invitare al convegno relatori preparati e competenti, ma espressione di opinioni diverse. Perché un vero dibattito si costruisce sul confronto moderato e costruttivo.
Mpn ha voluto dare la parola ha chi possiede le competenze per poter elaborare un'opinione concreta e forte di serie motivazioni. Mentre il paese sbanda con luoghi comuni e speculazioni fini a se stesse su questo argomento, il direttivo di Mpn ha ritenuto opportuno offrire una seria riflessione.
Sono intervenuti al convegno il Professor Roberto Zanino, del Politecnico di Torino, che ha portato una visione pro-energia nucleare. Il Professor Antonio Varaldo, docente del Liceo Valsalice, espressione del "no" all'energia nucleare in Italia, e il Dottor Alessandro Battaglino, a.d. di Environment Park, pronto ad un'analisi sul rapporto costi-benefici del nucleare e soprattutto grande sostenitore dell'investimento in energie rinnovabili.

Il convegno, svoltosi nel teatro del Liceo Valsalice di Torino, ha visto la partecipazione di circa 300 persone, in gran parte giovani studenti liceali ed universitari. Il primo intervento, del Professor Varaldo, ha evidenziato gli enormi costi della re-introduzione dell'energia nucleare in Italia, ritenuti assolutamente spropositati soprattutto alla luce degli scarsi risultati ottenibili. Con il nucleare non si risolverebbe comunque il grande fabbisogno energetico nazionale, ha spiegato il Professor Varaldo. Varaldo ha poi posto il problema scorie, ricordando come non sia ancora stato individuato un sito idoneo per lo smaltimento.
Con il suo intervento, il Professor Zanino, ha invece sottolineato la grande storia di Paese produttore di energia nucleare dell'Italia, ribadendo le anomalie con cui questo processo è stato interrotto negli anni '80. Ha poi spiegato le caratteristiche più tecniche del nucleare, mettendone in luce i bassissimi impatti ambientali di tale energia. Ha poi negato i luoghi comuni sulla sua pericolosità, fornendo molti dati sugli elevatissimi livelli di sicurezza dei moderni reattori, compresi quelli di Fukushima, al centro della recente grande tragedia in Giappone.
Infine il Dottor Battaglino, che ha incentrato il suo intervento su un importante concetto: il risparmio. Battaglino ha insistito sull'importanza di una nuova cultura, una mentalità tesa al risparmio energetico, fornendo dati di grande interesse: per esempio, se tutti noi spegnessimo le luci rosse dello stand-by nei nostri apparecchi tecnologici, avremmo un risparmio energetico pari alla produzione di energia nucleare ottenibile in un anno.

Il convegno è proseguito con la relazione di Eleonora Cugudda, incaricata dal direttivo di Mpn, in quanto giovane appassionata e competente in materia, di fornire al pubblico la posizione di Muoviti Per la Novità. Eleonora ha espresso quindi il nostro "no" alla reintroduzione dell'energia nucleare. La conclusione dell'evento è stata affidata al Presidente Ludovico Seppilli, che ha ribadito un concetto molto caro ad Mpn: la competenza. Ancor prima di essere pro o contro il nucleare, è infatti necessario possedere gli elementi per prendere una posizione. Il Presidente ha duramente attaccato i Ministri Romani e Scajola, ritenendoli inadeguati a prendere decisioni in ambito energetico, e contrapponendoli a Vincent Chu, Segretario di Stato per l'Energia negli Usa, premio nobel per la fisica.