in cantina: Fontanafredda

Continuano le visite del ciclo #inCantina e con il ritorno della bella stagione non si poteva scegliere migliore location della tenuta reale della cantina Fontanafredda! Alleghiamo alcuni passaggi fondamentali della sua incredibile storia:

  • 1858 - La tenuta di Fontanafredda viene acquistata da Vittorio Emanuele II per essere data in dono alla Bela Rosin. Successivamente viene intestata ai figli Maria Vittoria ed Emanuele Alberto Conte di Mirafiori.
  • 1866 - Il Re acquista la prima vigna di Barolo da cui nasce il nome "Tenimenti di Barolo e Fontanafredda".
  • 1870 - Inizia la vinificazione nelle cantine di Fontanafredda anche se risale già al 1867 al menzione di un Barolo Fontanafredda.
  • 1878 - Il Conte Emanuele Alberto di Mirafiori inizia la sua avventura, con oltre 300 ettari coltivati direttamente da operai salariati specializzati (cosa unica per l’epoca).
  • 1894 - Muore Emanuele Alberto di Mirafiori che aveva trasformato il Barolo in un mito. Era stato lui a rendere Fontanafredda un vero e proprio villaggio con una chiesa e una scuola. Gli subentra il giovane secondogenito Gastone.
  • 1918 - Sotto la guida del Direttore Cav. Mollo, l’azienda raggiunge la sua massima espansione commerciale e produttiva, con 200 dipendenti e oltre 40 famiglie residenti all’interno della tenuta.
  • 1928 - La fillossera, malattia che attacca le radici e le piante, arriva nelle Langhe e distrugge i vigneti.
  • 1929 - La grande depressione economica partita dagli USA mette in difficoltà l’azienda.
  • 1931 - A causa delle numerose difficoltà le tenute e la cantina vengono vendute per 1.050.500 lire a Monte dei Paschi di Siena, mentre il marchio viene venduto alla famiglia Gancia per 100.000 lire.
  • 2009 - Fontanafredda, dopo 70 anni, torna in mani piemontesi.
  • 2017 - Fontanafredda viene nominata European Winery of the Year da Wine Enthusiast Magazine.

Sabato 14 aprile saremo a Serralunga d'Alba a visitare le cantine Fontanafredda.

L'appuntamento è alle 16.00, si raccomanda la massima puntualità. Inizieremo con una passeggiata nel Bosco dei Pensieri, un percorso realizzato nell’ultimo bosco rimasto intatto nella Langa del Barolo, tra piante secolari, vigneti e noccioleti.

La visita proseguirà, alle ore 17.00, all'iterno delle maestose cantine ottocentesche, considerate tra le 100 più belle al mondo, tra grandi botti di rovere, barriques e tini di cemento, destinati ancora oggi all’affinamento dei grandi vini rossi delle Langhe, primo fra tutti il Barolo.

Il costo dell'evento sarà di 20€ comprensivi di degustazione di 3 calici (di cui un Barolo Fontanafredda) e visita.

Dato il numero limitato di posti vi chiediamo di confermare la vostra presenza entro mercoledì 11 aprile inviando un messaggio ai nostri ragazzi oppure via mail a segreteria@muovitiperlanovita.it

Vi aspettiamo!!

14 aprile 2018, ore 16.00